“C’era una volta un Parco”: Demetra vince il bando di Fondazione Provincia di Lecco Onlus

“C’era una volta un Parco”: Demetra vince il bando di Fondazione Provincia di Lecco Onlus

Il progetto IMG_3569“C’era una volta un parco” di Demetra Cooperativa Sociale Onlus è tra le 43 proposte selezionate dalla Fondazione della Provincia di Lecco Onlus all’interno del “2° Bando 2014 per iniziative di utilità sociale”. L’annuncio è stato dato ufficialmente sabato 13 dicembre nella Chiesa di San Giorgio a Mandello, dove sono stati presentati i progetti vincitori. Tante le idee scartate: si è infatti registrato un cospicuo aumento delle domande rispetto al 2013, quasi il 20% in più in termini numerici e, come entità di contributi richiesti, un terzo in più rispetto all’anno scorso. Poco più di cinquecentomila euro sono stati suddivisi nelle categorie previste: Tutela del Patrimonio Artistico, 14 progetti e uno stanziamento di 196.000 euro, ettore socio-assistenziale, 283.000 euro per 27 progetti, e infine quello di Tutela Natura e Ambiente, che prevede 22.000 euro totali per 2 soli progetti, fra cui appunto, quello di Demetra.

IMG_3570«Oltre la metà delle domande sono state respinte perché discrepanti: più in generale non si è colto lo spirito di iniziativa dal basso che pensavamo di favorire» ha dichiarato il presidente Mario Romano Negri, in riferimento a quest’ultimo settore: «Mi auguro che i due enti finanziati, che hanno esperienza e radicamento locale, sappiano coinvolgere, oltre agli enti pubblici patrocinanti, anche la comunità locale.» L’ampliamento delle risorse allocate per l’ambiente si configura infatti come un’operazione culturale: convincere cioè le persone che il miglioramento della qualità ambientale non responsabilità del solo ente pubblico, ma richiede un impegno diretto della società civile. “C’era una volta un parco” mira proprio alla responsabilizzazione della cittadinanza attraverso la sistemazione dell’area ovest del Parco di Villa Greppi.

IMG_3586Attualmente sede del Consorzio Brianteo Villa Greppi, Centro di produzione e diffusione di cultura, formazione, arte spettacolo ed Ente di supporto all’azione educativa, oltre che dell’Enaip Lombardia, scuola superiore per operatori tecnico – agricoli, è un meraviglioso parco voluto dal conte Giacomo Greppi, appassionato di botanica, che però oggi non è accessibile e apprezzabile nella sua interezza. Mentre la parte ad est, dove sorge l’antico granaio e le scuderie che oggi ospitano le classi di studenti e la sede del Consorzio, è agibile e in buone condizioni, tanto che ne usufruiscono più di duemila persone all’anno, la parte ovest, interessata dal bando, è attualmente chiusa al pubblico. Si tratta della zona “meno nobile”, in quanto collegata alla antica area agricola, ma non per questo meno importante dal punto di vista storico: in questo luogo, dove ancora si intravedono segni dell’antico parco ottocentesco e si respira la vecchia atmosfera di giardino naturalistico e romantico, si contano infatti più di 100 esemplari tra lecci, faggi, cedri e altre specie, alberi secolari di grande pregio storico e naturalistico.

IMG_3640I lavori di sistemazione dell’area (verifiche di stabilità su un centinaio di alberi, messa in sicurezza, potatura, piantumazioni di sei querce, abbattimento di un esemplare, pulizia, creazione di percorsi e sedute ecc.) verranno attuati da parte di agronomi, squadre di lavoro miste con inserimenti di Demetra ONLUS, soci volontari e studenti impegnati in una fase di apprendimento didattico. L’obbiettivo è infatti quello di coinvolgere più persone possibile, arrivando all’intera cittadinanza: si tratta infatti di un’area già pubblica, di proprietà del Consorzio e dei 15 Comuni che ne fanno parte, che ha le potenzialità e il diritto di mostrare nuovamente il suo valore naturalistico. Una volta sistemata l’area diventerà quindi protagonista di una serie di giornate dedicate all’ambiente ed aperte a tutti: la partecipazione sarà infatti incentivata attraverso eventi in cui grandi e piccini potranno scoprire, tramite laboratori e attività per famiglie, percorsi e visite guidate, che “C’era una volta una parco” è stato solo l’inizio di una bella storia che ha riportato in vita un vero e proprio luogo ‘da favola’.

Leave a Reply

Your email address will not be published.