DEMETRA SENSING: LA SOLUZIONE TECNOLOGICA PER L’IDENTIFICAZIONE PRECOCE DEL PUNTERUOLO ROSSO DELLE PALME

Demetra propone un’innovativa soluzione all’identificazione di Rhynchophorus ferrugineustramite una tecnologia che garantisce l’immediata identificazione dell’insetto nei primi stadi di vita, consentendo azioni efficaci e puntuali sugli esemplari colpiti, ottimizzando le possibilità di recupero e minimizzando l’impatto ambientale.

DESCRIZIONE DELLA TECNOLOGIA UTILIZZATA

Il metodo da noi proposto prevede l’utilizzo di sensori denominati Io-Tree, sperimentati e brevettati per l’identificazione dell’azione erosiva dei tessuti attuato dall’attività trofica delle larve.I sensori vengono posizionati sulla Palma e consentono un’elevata autonomia di funzionamento in quanto basati su tecnologia a basso consumo energetico e progettati per lavorare in esterno.

Il sistema di monitoraggio prevede l’analisi costante delle vibrazioni all’interno della Palma e l’identificazione della presenza dell’insetto è consentita dalla rilevazione dell’impronta acustica delle larve di Rhynchophorus ferrugineus che è stata caratterizzata dai ricercatori che hanno elaborato il metodo, in modo da isolarla da altre fonti di rumore (oscillazioni per vento, vibrazioni per passaggio veicoli, disturbi vari per azione antropica, etc).

Il sensore è estremamente sensibile alle minime azioni dell’insetto, ma abbastanza sofisticato da filtrare qualsiasi cosa possa causare un falso allarme.

Schematizzazione di funzionamento dell’identificazione dell’impronta sonora del Punteruolo e sotto prove sperimentali di verifica tramite sensore IoTree dell’effetto di un trattamento fitosanitario su una Palma infestata.

Le informazioni dei sensori, inoltre, permettono un’analisi dei dati a livello territoriale (analisi dei big data), consentendo un notevole miglioramento della sensibilità generale della soluzione, poiché quando rileva la presenza di larve in determinate aree, il sistema può immediatamente e automaticamente modificare le soglie di rilevamento e la sensibilità dei dispositivi del sensore nell’area che è più probabile che analizzi il problema.

SISTEMA DI GESTIONE INFORMATIZZATO DEL MONITORAGGIO

Le informazioni rilevate dai sensori sono gestite tramite un’applicazione Web di cui è disponibile sia una versione desktop per PC che un’App per smartphone Android e iOS di facile consultazione, accessibile tramite password che stabilisce il livello gerarchico di funzioni attive e di visualizzazione (ad esempio un’Amministrazione con manutenzione delle Palme affidate a diverse ditte può far visualizzare le palme da trattare presenti solo nelle località di competenza).

L’utilizzo dell’App con smartphone o tablet consente anche di attivare le notifiche sul dispositivo in modo che sul dispositivo arrivi la segnalazione dell’eventuale pianta infestata senza necessità di controllare periodicamente la banca dati del monitoraggio.

L’applicazione è strutturata in forma di WebGis da cui è possibile visualizzare rapidamente lo stato di infestazione della Palma, la data di identificazione delle larve, sia dalla vista di mappa che in quella tabellare; la banca dati è residente su Cloud ma può essere scaricata dall’utente dai comandi disponibili nel programma gestionale.

Visualizzazione del software via Web fornito e utilizzato per la gestione del monitoraggio: a sx cruscotto principale con dati sintetici e mappa tematica interrogabile; a dx visualizzazione tabellare del database con possibilità di ricerca, stampa ed esportazione dei dati.

Visualizzazione dell’App Android o iOS: a sx cruscotto principale con dati sintetici, vista di mappa tematica, elenco stato infestazione palme e notifica degli alert su smartphone.

NETWORK DI COMUNICAZIONE DEI SENSORI

A livello tecnico, i sensori effettuano ciclicamente l’analisi vibrazionale per l’identificazione dell’impronta sonora tipica delle larve del Punteruolo ed è possibile verificare lo stato della palma mettendolo in comunicazione tramite Bluetooth con uno smartphone.

Tale operazione di scarico dati consente di trasmettere la misurazione acquisita dal sensore all’applicazione dedicata e di aggiornare la banca dati del monitoraggio.

In caso di più palme presenti all’interno di una località, i sensori possono essere connessi tramite una rete mesh Bluetooth in modo che si debba procedere all’operazione di scarico dei dati di misura solo su un elemento specifico di tale rete (memoria dati) e non su ogni sensore.

La distanza operativa massima del Bluetooth è intorno ai 30 m, tuttavia in caso di distanze maggiori è possibile posizionare su pali o altri alberi presenti nello spazio interposto tra due palme che distano eccessivamente, elementi ripetitori del segnale bluetooth.

Qualora si volesse ulteriormente ottimizzare il sistema di scarico dei dati rilevati, che nel caso si utilizzo della memoria dati andrebbe ripetuta quantomeno a cadenza settimanale, è possibile dotare la rete mesh di un Gateway per la trasmissione automatica delle misure dei sensori. Attualmente il sistema sviluppato si basa su tecnologia 3G e presto verrà anche commercializzata anche un modello WiFi.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A:

DEMETRA – Besana Brianza (MB)

www.demetra.net

Settore Diagnostica e Servizi per l’Arboricoltura

Dott. Agr. Daniele Guarino

T 0362-802120 INT. 204

M 335-8317864

guarino@demetra.net

Leave a Reply

Your email address will not be published.